Pubblicato il

Amare significa avere qualcuno nel cuore, Dio

Dio non ci ama globalmente, ma individualmente. Il semplice fatto di esistere è la prova del suo infinito eterno amore, perché dall’eternità ci scelse.
Solamente a te tocco’ questo privilegio, non tra migliaia e milioni di esseri, ma tra un’infinità di esseri che poteva aver scelto al tuo posto e non li creò. Siamo una scelta tra un’infinità di possibilità per il solo fatto che esistiamo è la prova più grande della predilezione di Dio per ognuno di noi. Ciascuno di noi e’ insostituibile, come esemplare unico di una collezione, perché Dio è un artista che non si ripete. Una foglia non si ripete, ne si ripetono le impronte digitale di una persona, e neppure un’anima si ripete. È quella che si perde, Dio non la ripeterà mai più in tutta l’eternità. Dio ci ama più di quanto non possiamo amarci noi stessi. Ci ama come ama se stesso.

Quanto sarà grande lo strazio di Dio, quando sarà separato da noi eternamente qualora lo rifiutassimo! Dio é amore. E resta tale anche se rifiutato e disprezzato. Questa è la grande tragedia di Dio. Noi a volte lo vediamo come un tiranno che esige sempre di più, ma altro non è che di amore e di supplica di lasciarsi amare e di essere amato. Il Creatore dell’universo elemosine al tuo amore! Dio per essere felice, non ha bisogno dell’uomo, ma ama l’uomo come se dovesse essere eternamente infelice senza di lui. Santa Caterina di Genova dice che Dio ama tanto l’anima da sembrare Lui lo schiavo è l’anima a Dio. Anche noi abbiamo una nostalgia di Dio, una grande nostalgia che ci portiamo dentro dalla nascita. Dio e amore, e noi che siamo stati creati a sua immagine, siamo amore puro e tutte le nostre cellule sono amore create per l’amore.

Quello che ci separa da Dio è l’io, l’amore per se stessi. Quando ci mettiamo al primo posto. Per questo l’unione con Dio si realizza soltanto con la morte dell’io. Quando scompare il nostro io, dentro di noi Dio viene ad abitarci. L’amore tende sempre a fare di due cose una sola. Qui sulla terra, nessun essere giunge a essere una sola cosa. Solamente Dio può essere una sola cosa con l’anima, senza cessare di essere due…

Amare significa avere qualcuno nel cuore, Dio.

Monica Capasso

Pubblicato il

La preghiera del Rosario spiegata dalla Vergine Maria

Il 5 maggio 1947 la mistica cattolica Maria Valtorta, mentre nelle ore pomeridiane di quel giorno pregava il rosario completo, che allora era composta da 15 misteri[1], ricevette il dono di una soave visione intellettiva, che così descrive brevemente con immenso stupore nel suo quaderno N 116:

[…] ogni perla (del rosario, ndc) si è mutata in rosa d’oro, e la Vergine ne stacca una ad ogni Ave che dico e la lascia cadere sul mondo… nei luoghi che ho riconosciuto e sulle nazioni che se lo meritano. Come era bello dire il rosario con Lei!… Non me ne stancavo mai… Ora ho ancora negli occhi la cascata luminosa delle rose d’oro e nel cuore la beatitudine di essere stata con la Madre di Dio per tante ore…[2]

Tre giorni dopo la Vergine Maria le apparve così come Madonna di Fatima e, ricordandole Continua a leggere La preghiera del Rosario spiegata dalla Vergine Maria

Pubblicato il

Dio è sempre con noi

Non di rado ho sentito dire “Dio mi ha abbandonato”, “Dio non mi ascolta” o “Non so dove sia Dio”.
Viviamo di fretta, immersi nella routine e nelle migliaia attività che il mondo di oggi ci richiede. Tante cose possono farci perdere il senso della nostra vita e in qualche momento possiamo arrivare a sentirci disorientati e soli.
Dio nostro creatore, è sempre presente, anche se non riusciamo a sentirlo. Se prestiamo un po’ più di attenzione e ci soffermiamo a pensare un po’ possiamo renderci conto che in effetti a ogni passo che facciamo in ogni situazione che viviamo positiva o negativa che sia, Dio è lì aspettando che lo ascoltiamo che lo cerchiamo e si rallegra quando lo troviamo.
Credo che molti di noi credano erroneamente di poter incontrare Dio solo nei momenti straordinari, momenti di preghiera profonda o addirittura con miracoli soprannaturali. Dio è presente in quei momenti, ma è al nostro fianco anche a ogni nostro passo aspettando che gli apriamo la porta e ascoltiamo la sua voce, le sue cure, i suoi insegnamenti e perfino il suo senso dell’umorismo.

“Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Mt 28, 20)